Blumer e Borghi

Riccardo Blumer
Nasce a Bergamo nel 1959. Compie i suoi studi di architettura al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta, a Lugano, dove si occupa di progetti, mostre e pubblicazioni.
Nel 1988 apre il suo studio professionale a Morosolo (Varese). Da allora svolge la sua attività di architetto e designer collaborando con molte aziende leader del settore, tra cui Alias e Artemide, e prestando il proprio lavoro di progettista per interni prestigiosi come quelli della Scala di Milano.
Per il design riceve, nel 1997, il premio “Design Preis Schweiz” ; nel 1998 il “Compasso d’Oro”; nel 1999 il premio “Catas” e nel 2000 l’ “Observeur du Design”. Nel 1996 viene realizzata una mostra sul suo lavoro presso Moebel et Function a Parigi e pubblicato il libro “Esperienze di architettura e design”, edito da Skirà, nel quale si ripercorre la vita professionale di Riccardo Blumer dagli inizi. Nel 1999 esce il libro “Intersezioni”, a cura di Gabriele Cappellato, che raccoglie una serie di realizzazioni di progetti per interni. Il libro viene presentato, lo stesso anno, durante la mostra “Riccardo Blumer. Intersezioni”, allestita presso il Centro Culturale Svizzero di Milano.
Tra il 2000 e il 2002 “LaLeggera” viene esposta in tutto il mondo nell’ambito delle mostre in itinere “Compasso d’oro ADI Award Italian Design from 1954 to 2001”, “Italian Design through a history of Compasso d’Oro ADI Award” e “A Century of Design, Part IV: 1957-2001”; nel 2006 è presente alla IOM Exhibition a Londra. “LaLeggera” è attualmente parte della collezione permanente del Metropolitan Museum of Art di New York, del Centre George Pompidou a Parigi e della Triennale di Milano; è inoltre esposta stabilmente al Centro di Arte Contemporanea di Cavalese (Trento) e al Museè d’Arts Dècoratifs di Parigi.
Nel 1995 è nominato segretario del Comitato Scientifico che sovrintende alla nascita dell’ Accademia di Architettura dell’Università della Svizzera Italiana dove, dal 2002 al 2004, riveste il ruolo di professore di progettazione architettonica.
Attualmente sta continuando il suo lavoro di ricerca nel design sul tema delle resistenze strutturali e dei rapporti tra luce e trasparenze; nell’ambito dell’architettura sono in fase di realizzazione un progetto di edificio residenziale a Saronno e una casa unifamiliare nella provincia di Milano.

Matteo Borghi
Matteo Borghi, nasce a Varese nel 1976, dove nel 1994 si diploma al Liceo Artistico “A. Frattini”. Nel 2004 si laurea nella Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano. Da sempre lavora con l’azienda di famiglia che da tre generazioni si occupa di oreficeria, argenteria e arte sacra.
Tra il 2003 e il 2004 ha collaborato con alcuni studi di architettura seguendo progetti di edilizia residenziale. Dal gennaio 2005 lavora nello studio dell’Architetto Riccardo Blumer con cui firma i nuovi progetti di Design.

Prodotti disegnati 2